Blog

Come sfruttare al meglio i social media per affrontare la ripresa della tua attività dopo il lockdown

Emergenza Covid e nuove abitudini dei consumatori

L’emergenza Covid-19 e il lockdown hanno generato, tra i tanti effetti, anche un aumento incredibile del tempo speso dagli utenti sui social media. In epoca di pandemia da Coronavirus l’uso dei social media è cresciuto in Italia di oltre il 30%.
Le star dei social network e in generale tutti i principali influencer sono riusciti a mantenere alto il seguito sulle varie piattaforme.
Anche dopo le riaperture e la ripresa, diciamo spesso, la vita personale e lavorativa non sarà più la stessa e alcune nuove abitudini adottate durante il lockdown rimarranno anche dopo.
Una di questa sarà proprio il ricorso da parte di un maggior numero di consumatori agli strumenti digitali, dall’e-commerce ai social media.
Molti servizi, infatti, sono stati resi disponibili sulle piattaforme social attraverso video e dirette.
Alcuni esempi? Asili virtuali, in cui le educatrici “incontrano” i loro bambini ogni giorno raccontanto le favole e proponendo lavoretti, oppure corsi di yoga, teatro, ricette.
Oltre naturalmente alle numerose proposte di consegne a domicilio da parte di piccoli negozi di prossimità e ristorantini, non attrezzati per l’e-commerce ma in grado di incontrare potenziali clienti su Facebook e sulle altre piattaforme social.

Il “traffico” delle piattaforme social

Ci sono 335 milioni di utenti su Twitter, 1 miliardo di utenti su Instagram e un enorme 2,23 miliardi di utenti su Facebook. Un numero incredibile di potenziali clienti si ritrovano sui social media.
Probabilmente avete già un account, ma state ricevendo tonnellate di nuovi followers ogni mese che interagiscano con la vostra piattaforma?
Se la risposta è “No”, è necessario migliorare la vostra presenza sui social media.
Che si tratti di Facebook, Instagram, Twitter o Linkedin, aumentare la propria presenza e visibilità sui social media è importante per mettere il vostro business di fronte a più consumatori e aumentare le vendite. Con alcuni semplici consigli, potete trasformare i vostri social account in comunità molto popolari e con molta attività al loro interno.

Usate gli strumenti giusti

Se volete aumentare la vostra presenza sui social media, dovete postare spesso e a orari ottimali: secondo gli studi, le attività dovrebbero twittare 15 volte al giorno. Ma, essendo i proprietari dell’attività, non avrete tempo a sufficienza. Ecco perché avrete bisogno degli strumenti giusti, in modo da pianificare i post, essere attivi sui social media e risparmiare tempo. Con Buffer (https://buffer.com) , ad esempio, potrete gestire tutti gli account in un solo posto, programmare i post con settimane di anticipo ad orari prefissati, e analizzare i loro risultati. Gli strumenti vi assicureranno una presenza sufficiente sui social media.

Concentratevi sul servizio clienti

I social media sono la nuova piattaforma del servizio clienti. Molti di essi si rivolgono ai social media per ricevere aiuto, invece di telefonare o aspettare delle ore perché la compagnia risponda a una e-mail. Infatti, il 54% dei clienti preferisce canali di messaggistica sui social per il servizio clienti. Ciò aiuterà molto i clienti e, soprattutto, li indirizzerà alla vostra pagina. Potrete anche creare un Facebook chatbot che risponda quando non siete disponibili. I clienti sono molto più propensi a comprare da voi quando si fidano e sanno che potrete aiutarli velocemente.

Promuovete i vostri account sui social media

È importante far sapere al consumatore che siete presenti sui social media, non aspettatevi che s’informi da solo. Se renderete ciò più facile, sarà più disponibile. Cominciando a promuovere i vostri account e interagendo con i clienti tramite essi, sarà più facile rendere consapevoli quelli successivi e far crescere la pagina. Potete aggiungere icone dei social media ai vostri siti, feed alla sidebar, dire alle persone di seguirvi sui social alla fine di un post o nel marketing via e-mail.

Fate attenzione ai trend

Un metodo particolarmente efficace per aumentare la propria presenza sui social media è quello di cavalcare le tendenze più popolari sui social. In questo modo, il vostro profilo sarà messo di fronte a moltissimi utenti che non avevano mai sentito parlare, prima d’ora, del vostro marchio, rendendo il post virale. Informarsi sui top brand non è complicato. Su Twitter, per esempio, nella sezione “Di tendenza” potrete dare un’occhiata a quali sono gli hashtag che fanno ottenere più visualizzazioni. Non è necessario che siano strettamente rilevanti, ma aiutano di più se sono legati al vostro business.

Scegliete immagini accattivanti

Può essere difficile farsi notare in feed molto affollati sui social. Per far sì che il vostro business risalti, è bene evitare noiose foto di repertorio, mentre sono consigliate immagini che ti connettano agli utenti. Condividendo foto di scene dietro le quinte e di persone che utilizzano i vostri prodotti, o addirittura dei clienti che interagiscono con gli articoli (con il loro permesso), darete una prova della vostra presenza sui social.

Coinvolgete attivamente il vostro pubblico

È molto importante interagire attivamente con gli utenti sui social. Se non otterranno nulla, sia come servizio che come risposta alle domande, non vi seguiranno.
Se volete ingrandire la vostra presenza sui social, allora è necessario che i vostri account diventino una comunità. Ciò significa che, qualora qualcuno commenti un vostro post, dovreste rispondergli o almeno lasciare un like al commento. Sono consigliati anche dimostrazioni di apprezzamento, per esempio ringraziando follower e clienti sotto i loro commenti o condividendo i contenuti generati dagli utenti. In questo modo svilupperete delle relazioni vere e proprie col consumatore.
Siete pronti per un grande anno sui social media. Seguendo questi consigli otterrete più like, più follower e, soprattutto, più clienti leali.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Award winning creative agency

We are building for tomorrow because tomorrow is the future and we want to make a contribution to the wonderful digital age that is awaiting us.